leggibilità:

Bianco Su Nero
o
Nero Su Bianco

21.9.05

Die Zauberflöte (... prosegue)

Ieri sera a Modena, seconda e ultima recita (fino al prossimo anno) del Flauto magico diretto da Claudio Abbado. I problemi presenti nello spettacolo della scorsa primavera sono quasi completamente spariti: cambiato il coro (al complesso di Baden-Baden subentra il formidabile Arnold Schoenberg Chor), in gran parte mutati i solisti, ritoccata la regia (che rimane comunque la parte meno riuscita dello spettacolo), la direzione è maturata e affinata, più solenne (le risonanze barocche dell'ouverture) ma sempre dolce e attenta al dettaglio (il prodigio dell'aria di Pamina).
Erika MiklósaSuperfluo soffermarsi sul magistero della MCO, che merita la chiamata al palcoscenico al termine della rappresentazione. Ingrid Kaiserfeld, disastrosa Regina, è rimpiazzata da Erika Miklósa, voce non immensa, coloratura limpida, attrice travolgente. René Pape non ha l'autorevolezza di Salminen e non abbonda in sfumature, ma la voce è di bel colore e l'espressione sempre nobile. Müller-Brachmann è un Papageno un po' scolastico ma complessivamente riuscito (complice il sontuoso timbro scuro), accanto all'incantevole Papagena di Julia Kleiter, chiamata al penultimo momento a sostituire l'annunciata Magdalena Kožená. Dorothea Röschmann ha una tecnica salda e risolve la massacrante aria del secondo atto con grande bravura, ma il registro acuto manca di morbidezza e la recitazione non brilla, tanto che si finisce per rimpiangere la Pamina vocalmente meno ricca ma teatralmente più scafata di Rachel Harnisch. Christoph Strehl inciampa nelle prime scene e non si risolleva più completamente: è una serata no, capita anche ai migliori. In stato di grazia, invece, il Monostatos di Azesberger (tendente all'espressionismo, ma con eleganza) e l'Oratore di Zeppenfeld (che avrei preferito come Sarastro, ruolo già interpretato a Baden-Baden con lo stesso Abbado).
Lo sapevate? Nel 2006 uscirà il cd (DGG) di questa produzione. Sapevatelo, e ascoltatevelo!

Die Zauberflöte (Il flauto magico)
Singspiel in due atti di Emanuel Schikaneder
Musica di Wolfgang Amadeus Mozart

personaggi e interpreti
Sarastro René Pape
L'Oratore Georg Zeppenfeld
La Regina della Notte Erika Miklósa
Tamino Christoph Strehl
Pamina Dorothea Röschmann
Papageno Hanno Müller-Brachmann
Monostatos Kurt Azesberger
Papagena Julia Kleiter
Tre Dame della Regina Caroline Stein, Heidi Zehnder, Anne-Carolyn Schlüter
Tre Fanciulli Alexander Lischke, Frederic Jost, Niklas Mallmann [solisti del Tölzer Knabenchor]
Tre Sacerdoti Andreas Bauer, Danilo Formaggia, Tobias Beyer
Due Armigeri Danilo Formaggia, Sascha Borris
Tre Schiavi Matthias Bernhold, Martin Olbertz, Tobias Beyer

Arnold Schoenberg Chor
maestro del coro Erwin Ortner

Mahler Chamber Orchestra
direttore Claudio Abbado

regia Daniele Abbado
regista collaboratore Boris Stetka
scene Graziano Gregori
costumi Carla Teti
luci Guido Levi
movimenti coreografici Alessandra Sini

Teatro Comunale di Modena
martedì 20 settembre, ore 19

scritto da SS @ 09:41  

Image Hosted by ImageShack.us


Image Hosted by ImageShack.us
Opera 9 - Your Web, Your choice
Creative Commons License

archivio