leggibilità:

Bianco Su Nero
o
Nero Su Bianco

10.9.04

Lampi di Venezia\ Rimbalzando alla Mostra (4: From Tulse to Finish)

Più che telegrafico.
Greenaway chiude la trilogia e mi impone un megaspeciale (tutti i tasselli al loro posto, un'opera quadrata e sublime e ardita... e quel 14mo episodio... miodio miodio miodio)
Il film della Meshkini: Iran in strasaldo.
VITAL di Tsukamoto: non l'ho visto.
HARYU INSAENG di Im Kwon Taek: così così.
L'INTRUS della Denis: valido.
KOHI JIKOU di Hou Hisao Hsien: grande.
LE CHIAVI DI CASA e Wenders: non li ho visti, ho preferito rivedermi Greenaway che al ricevimento di FROM SARK mi regala la 92ma valigia.
Brevemente sulla proiezione stampa di EROS questa mattina:
mentre era in corso il secondo episodio (quello di Soderbergh), in cui Robert Downey Jr si addormenta sul lettino dell'analista, parte una scena che nei primi secondi è parsa onirica (un uomo disgustoso si spoglia in un locale mentre sotto pompa musica rap): l'ennesimo svolta stilistica nell'episodio soderberghiano? All'inizio abbiamo pensato di sì (con la mamma dello spoglientesi che inneggiava al figlio e rimandava a coerentissimi complessi edipici) poi no. Urla in sala e le luci si accendono: il rullo era sbagliato, apparteneva a STRYKER di Noam Gonick. Niente male come fuori programma, ci voleva, anche se è costata l'incazzatura di un sempre accigliatissimo Spike Lee (e Ghezzi riprendeva riprendeva riprendeva...) e tanto più se ha ritardato l'avvio del penosissimo frammento a cui si è apposta la firma di Antonioni. Ecco, sarebbe onesto che qualcuno avvertisse il Maestro che a Venezia è presente un suo film, e non è ironia, convinti come siamo che dietro questa manciata di minuti di imbarazzante penosità Michelangelo c'entri come il Buonarroti.

Sono rientrato alla base: Major Tom to Ground Control (presto lo speciale).


scritto da LP @ 20:05  

Image Hosted by ImageShack.us


Image Hosted by ImageShack.us
Opera 9 - Your Web, Your choice
Creative Commons License

archivio