leggibilità:

Bianco Su Nero
o
Nero Su Bianco

15.3.04

Quel che è non è proibito è obbligatorio, ovvero dell'ottimismo



Care Mo e Thor,
siamo in Marocco da due giorni, mi pare, e voglio ficcarvi questa idea in testa fin da ora: non sai niente di un posto finché non ci vai. Niente. Niente di niente di niente. Non sai proprio niente di un’altra persona o di un altro posto. Niente di niente di niente. Sapendo questo - cioè che non sai niente se non quello che vedi con i tuoi occhi – le cose si complicano. La gente non vuole le cose complicate, per questo tira a indovinare.

Qualcuno vi ha detto: "Lascia stare, non vale la metà del primo" e voi non lo avete
ascoltato. Vi siete accorti che, come l’altra volta, anche la scrittura di Conoscerete la Nostra Velocità brucia dentro. Vi siete persi nel girovagare ossessivo del protagonista e, confuse le coordinate mentali, vi siete scordati subito che a parlare era un morto, anche se questo era dichiarato fin dall'incipit, fermato sulla rigida copertina di un romanzo fluviale. Avete conosciuto la velocità dell'amicizia di Will e Hand, lo scialacquio di una fortuna che è anche il dilapidarsi di un’esistenza che sfugge via, fissata a distanza dall’occhio vigile della morte. Avete toccato la tristezza che inzuppa le parole di un romanzo che pesa dannatamente nello zaino e nell'animo .. .. Troppo lungo? Troppo compiaciuto? Vi siete risposti che questo è Eggers, il cuore nelle pagine, uno scrittore a nudo: fanculo mugugni e scontenti, siete convinti che a una scrittura così non è lecito chiedere altro, né di più né di meno. Infine vi siete messi in attesa dell’opera terza , The Unforbidden Is Compulsory - Or, Optimism che si manifesta in rete, a pezzi e a bocconi, ovvero ad episodi, e che avete trovato qui


scritto da LP @ 00:17  

Image Hosted by ImageShack.us


Image Hosted by ImageShack.us
Opera 9 - Your Web, Your choice
Creative Commons License

archivio