leggibilità:

Bianco Su Nero
o
Nero Su Bianco

11.3.04

alcune considerazioni intorno alle immagini di una strage

guardando i telegiornali della sera non ho ritrovato nessuna delle immagini viste questa mattina nei collegamenti in diretta di tve internacional. adesso mostrano soltanto dei frammenti di quelle sequenze, gli stralci più sensazionali mescolati frettolosamente. ma le immagini del mattino, quelle delle telecamere appena arrivate sul posto erano una materia differente; erano realtà che svaniva per diventare immagine di telegiornale. il tempismo, la breve distanza temporale tra l’accaduto e l’immagine dell’accaduto le rendeva l’equivalente audiovisivo dell’odore di cordite dopo uno sparo. era il tentativo ingenuo (ancora umano, ancora nel tempo in cui qualcosa può succedere senza essere filmato) di registrare la presenza della morte, una specie di morte allo stato gassoso che scompare lentamente col passare dei minuti, mentre affiorano le macerie e sullo schermo rimangono le immagini dei cadaveri. la cosa inspiegabile è che quei segnali di morte captati dalle camere in diretta sembrano svanire dalle registrazioni riviste alcune ore dopo; li si riesce a riprodurre ma sono impossibili da trattenere. sono immagini che significano soltanto in funzione della contemporaneità con l’evento riprodotto, come se funzionassero da semplice protesi o cannocchiale, avvicinando per alcuni istanti il luogo dell’accaduto all’occhio di ognuno di noi. le registrazioni, estirpate al loro tempo, sembrano un contenitore vuoto. è la sostanziale modifica apportata alla trasmissione di notizie dai canali di news che funzionano ventiquattro ore al giorno, che traggono infinito vantaggio dall’essersi accostati al fluire del tempo reale. posseggono migliaia di telecamere i cui tempi scorrono paralleli ai tempi della vita, e con una combinazione di fortuna e tempismo succede che riescano a cogliere alcuni istanti del tempo della morte.

scritto da ST @ 20:03  

Image Hosted by ImageShack.us


Image Hosted by ImageShack.us
Opera 9 - Your Web, Your choice
Creative Commons License

archivio